Come promuoversi online per attirare turisti stranieri

By: Stefania Marinoni On: Maggio 13, 2019 In: Varie ed eventuali Comments: 1

In questo articolo vi darò dei consigli per convincere un potenziale cliente a prenotare presso la vostra struttura dopo avervi trovato online su una piattaforma per annunci o sui social.

Essere presenti sulle piattaforme per la prenotazione online (come Booking, per intenderci) è il modo più semplice per attirare clienti stranieri che vengono in vacanza in Italia.

Molto probabilmente avete già sperimentato questo tipo di servizi, quindi non sto a spiegarvi il loro funzionamento, o a ricordarvi che è fondamentale porsi sempre in modo professionale: informazioni chiare, fotografie impeccabili, risposte rapide…

Ci sono anche altre strategie che potete adottare, come ad esempio aprire degli account social, di cui vi parlo alla fine di questo articolo, o creare un sito multilingue, argomento che merita un post a parte.

TRADUZIONE PROFESSIONALE DEI TESTI

Ho già spiegato in un altro articolo perché è fondamentale contattare un traduttore professionista e non affidarsi alle app per la traduzione automatica, al dizionario o al figlio che ha studiato le lingue.

Ribadisco però che il testo con cui vi presentate su una piattaforma come Booking è importantissimo: le fotografie e le offerte invogliano il turista ad aprire il vostro annuncio, ma è con la descrizione della struttura che vi giocate tutto. E dato che solitamente è abbastanza breve, rivolgersi a un professionista vi permette di avere una traduzione impeccabile con un investimento contenuto.

Inoltre un traduttore esperto non si limiterà a tradurre il vostro testo italiano ma lo adatterà leggermente per renderlo più appetibile alla clientela estera. Per esempio potrebbe aggiungere, in accordo con voi, qualche informazione in più sulle attrazioni turistiche nella zona, con dettagli che per un italiano sarebbero scontati. Oppure sottolineare maggiormente la presenza dell’aria condizionata o della colazione con prodotti tipici. Non sorprendetevi, dunque, se il traduttore vi farà qualche domanda sulla vostra attività prima di iniziare il lavoro: vi aiuterà a rendere il testo più adatto a un pubblico internazionale.

Tra le informazioni che potete aggiungere, e questo vale anche per il testo in italiano, ci sono le eventuali attività organizzate dalla vostra struttura, come degustazioni e corsi. Se non ne organizzate ma vi piacerebbe farlo, potete prendere spunto dai miei articoli, ad esempio come organizzare una degustazione di prodotti tipici o come proporre un corso di cucina per turisti. Questo tipo di iniziative sono generalmente molto apprezzate dagli stranieri, perché permettono di conoscere da vicino le usanze tipiche di un territorio.

RECENSIONI DEI CLIENTI: COME GESTIRLE

Le recensioni sono un elemento importantissimo per i potenziali clienti perché aiutano a comprendere meglio i pregi e gli eventuali difetti della vostra struttura, visti dalla prospettiva di chi vi ha soggiornato prima di loro. Purtroppo siamo tutti consapevoli della presenza di recensioni non veritiere, scritte da amici o peggio da sconosciuti dietro compenso. Questi feedback fasulli, oltre a danneggiare la reputazione dei siti, sono un grosso danno per i gestori, perché rendono i potenziali clienti più diffidenti.

Avere tante recensioni in varie lingue è un ottimo modo per dimostrare la propria serietà ed è sempre bene ricordare agli ospiti, senza essere invadenti, che possono scriverne una anche su Google o sul vostro sito, se avete previsto questa modalità.

A proposito delle recensioni sul sito, se ne avete poche nella versione inglese o in un’altra lingua, potete farne tradurre qualcuna dall’italiano e pubblicarla nella pagina corrispondente, specificando che si tratta di una traduzione. Potete anche prendere recensioni che i clienti vi hanno lasciato su una piattaforma online e riportarle sul sito, naturalmente chiedendo prima il consenso agli interessati!

Un’altra cosa importante è rispondere sempre a tutte le recensioni che ricevete, non solo a quelle negative. In questo modo dimostrerete di tenere davvero all’opinione dei vostri ospiti. Quando ricevete un feedback in una lingua che non conoscete, potete farvi un’idea del contenuto utilizzando Google Translator o un’altra app simile. Dovreste ottenere una traduzione in italiano comprensibile, anche se probabilmente non perfetta (e questo a dimostrazione che non potete usare questa app per tradurre i testi con cui vi fate pubblicità). Se il messaggio è positivo e la valutazione alta potete limitarvi a rispondere con un “Thank you” o una breve frase standard da fare tradurre in inglese e incollare sotto ogni commento. Se il feedback che avete ricevuto è negativo, preparate una risposta in italiano cortese ma esauriente, in cui prendete atto del problema, vi scusate, assicurate di attivarvi per cercare una soluzione al problema (e poi cercatela!). A questo punto, contattate un tradurre madrelingua e fate tradurre il messaggio. Qui è fondamentale affidarsi a un esperto: il cliente è insoddisfatto, il rischio di incomprensioni è dietro l’angolo e voi non potete permettervi di aumentare la tensione con una traduzione poco chiara o contraddittoria prodotta da qualche software!

PRESENZA SUI SOCIAL

Veniamo ora alla presenza sui social per promuovere la propria attività. Chiariamo subito che questo strumento richiede uno sforzo costante, perché se vi limitate a pubblicare un post una volta ogni tanto non otterrete alcuna visibilità e difficilmente raggiungerete il vostro pubblico. È bene anche sapere che una pagina Facebook ha bisogno di qualche inserzione a pagamento per crescere, e anche su Instagram ormai la tendenza è la stessa. Tuttavia, la spesa necessaria per dare visibilità a un post è piuttosto contenuta, quindi questo elemento non vi deve spaventare.

Come dicevamo, lo sforzo maggiore è dato invece dalla presenza costante che i social richiedono. Si devono produrre sempre contenuti nuovi e interessanti, bisogna rispondere prontamente ai commenti ed essere presenti nei gruppi che riguardano il nostro pubblico, ad esempio quelli dedicati a chi vuole fare una vacanza in Toscana.

Per essere sicuri di indirizzare i propri sforzi sui social nella giusta direzione, è bene affidarsi a un consulente specializzato. Non significa assumere un social media manager che gestisca gli account social per voi, ma contattare un esperto che analizzi la vostra attività e vi dia dei consigli su come procedere, eventualmente con incontri periodici per misurare i risultati ottenuti.

Quello che vi ho detto finora riguarda la gestione dei social in generale, se volete rivolgervi a un pubblico straniero per attirare turisti dall’estero avrete bisogno di un accorgimento in più. Ormai avrete capito di cosa sto parlando: la traduzione. Alcuni social, tra cui Facebook, offrono un servizio di traduzione automatica nelle lingue più diffuse. L’ho provato in varie occasioni e vi posso assicurare che è utile per capire il contenuto di un post, ma la qualità lascia a desiderare. Se, sentito il parere di un consulente, decidete che la vostra strategia è di pubblicare post con tante foto che mostrano la vostra struttura, le attività che proponete ai turisti o il vostro territorio accompagnate da una brevissima didascalia, potete anche affidarvi alla traduzione automatica offerta dal social. Il risultato non sarà dei migliori, ma le foto attireranno l’attenzione e, se vedete che i contatti arrivano, in un secondo momento potete decidere di affidarvi a un traduttore in carne e ossa. Se invece avete in programma di scrivere post lunghi, in cui i testi hanno un ruolo importante, il mio consiglio è: piuttosto pubblicate con minore frequenza, ma contattare un professionista! Solo così i vostri sforzi online saranno pienamente ripagati.

In conclusione, se volete essere presenti online per attirare turisti stranieri, non potete prescindere dall’aiuto di un traduttore professionista. Se non sapete a chi rivolgervi, contattatemi e vi aiuterò io: collaboro con diversi colleghi di varie nazionalità!

Trackback URL: https://stefaniamarinonitranslation.com/it/come-promuoversi-online-per-attirare-turisti-stranieri/trackback/