Se vuoi proporre un video al pubblico italiano senza affrontare i tempi (e i costi!) del doppiaggio, puoi scegliere di aggiungere i sottotitoli in italiano direttamente alla versione originale. In questo modo, il video sarà pronto in tempi più rapidi, con un notevole risparmio sui costi.

I sottotitoli sono la soluzione ideale anche per i corsi di formazione online, perché permettono di seguire l’originale e imparare la terminologia specifica in lingua inglese, aiutando gli allievi a migliorare le proprie competenze linguistiche, cosa impossibile con un video doppiato.

Sottotitolare un video è diverso dal tradurre un testo scritto.

Ad esempio, bisogna ridurre il testo del parlato per adattarlo alla velocità di lettura o spezzare le frasi troppo lunghe per facilitare la comprensione. Tutto questo senza modificare il senso dell’originale o tralasciare informazioni importanti! E poi c’è l’aspetto tecnico: i sottotitoli devono essere ben sincronizzati con le immagini per agevolare la comprensione di chi legge.

Ho collaborato a lungo con un’agenzia internazionale specializzata in traduzione di audiovisivi, dove oltre a farmi le ossa su video si diversa natura, ho potuto frequentare corsi di formazione in:

  • Captioning e trascrizione
  • Traduzione e adattamento di copioni
  • Traduzione e adattamento per non udenti
  • Time coding

Ti sembra arabo? Niente paura! Ti spiego tutto qui sotto.

Come funziona il servizio di sottotitolaggio dall’inglese all’italiano

  • Innanzitutto, devo aver accesso al video per valutare la velocità del parlato, la qualità (ci son rumori di sottofondo?), l’accento dei parlanti ecc. Se il video è tropo pesante per essere spedito via email, puoi caricarlo su una piattaforma come WeTransfer o Dropbox e inviarmi il link. Se è disponibile una trascrizione, inviami anche quella.
  • Se non c’è la trascrizione, la prima cosa da fare è crearne una. A volte me ne occupo in prima persona, altre, soprattutto se l’audio è disturbato o l’argomento è complesso, chiedo aiuto a un collega inglese. Questa fase è spesso affidata a un madrelingua, meglio se proveniente dalla stessa zona geografica di chi parla (l’accento americano e quello britannico sono molto diversi, senza contare i casi in cui il parlante non è madrelingua inglese).
  • Quando la trascrizione è pronta, passo alla creazione dei sottotitoli vuoti che riempirò con la traduzione. Per questa fase, utilizzo un software che mi consente di regolare automaticamente la durata dei sottotitoli e delle pause per facilitare la lettura.
  • Infine si passa alla fase di adattamento della trascrizione inglese: la traduzione viene condensata nei sottotitoli, eliminando le interiezioni e ripetizioni tipiche del parlato.
  • Una volta preparato il file, passo al controllo finale: tolgo l’audio e faccio scorrere i sottotitoli per controllare che funzioni tutto. I testi, infatti, devono essere comprensibili anche per chi non sa l’inglese.

Che tipo di video posso sottotitolare?

  • Conferenze e public speech
  • Spot e video promozionali
  • Corsi online
  • Documentari
  • Film e serie TV

Quanto costa sottotitolare un video

I costi per sottotitolare un video dall’inglese all’italiano dipendono da diversi fattori: velocità del parlato, qualità dell’audio, presenza di lessico settoriale ecc.

l servizio completo, dal video senza trascrizione al file pronto per visualizzazione, parte da 12 € al minuto. Se invece è già disponibile la trascrizione in lingua originale il costo parte da 9 € al minuto.

Ti serve soltanto la traduzione del video? Se hai bisogno soltanto di conoscere il contenuto del video per uso personale e non hai bisogno dei sottotitoli, possiamo concordare una tariffa apposita.